BRADISISMO E SCOSSE
INCERTEZZA E PAURA
REGNA TRA I RESIDENTI
POZZUOLI (NA)

A Pozzuoli negli ultimi giorni la terra trema ancora, risveglio con cinque nuove scosse di terremoto nei Campi Flegrei, nella giornata di mercoledì 10 aprile.
La più forte di magnitudo 2.2 delle 22.28 con epicentro tra rione Toiano e la tangenziale di Napoli, il sisma è stato avvertito anche a Napoli oltre che Pozzuoli, fortunatamente non si registrano danni a persone o a cose.

Altre scosse nella mattinata dell’ 11 aprile, giorno in cui nella sede del Centro Operativo Comunale di Pozzuoli (COC), a Monterusciello, si è tenuto un incontro pubblico con la cittadinanza sul tema Bradisismo organizzato da Regione Campania, Dipartimento di Protezione Civile e Comune di Pozzuoli al quale hanno preso parte le massime autorità del sistema di Protezione Civile.
All’incontro erano presenti anche il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio, Mauro De Vito, Direttore dell’Osservatorio Vesuviano, e Francesca Bianco, Direttrice del Dipartimento dei Vulcani dell’ INGV.

Obiettivo dell’iniziativa, che si inquadra nel Piano di Comunicazione alla Popolazione sul bradisismo, sviluppato dalla Regione Campania nell’ambito del Decreto-Legge 140 del 12 ottobre scorso e approvato con delibera di Giunta Regionale della Campania numero 679/2023, è quello di offrire alla popolazione la possibilità di ricevere tutte le notizie utili relative al rischio ai Campi Flegrei.

In particolare, son state illustrate le misure previste dalla Pianificazione nazionale sul bradisismo e si è fatto il punto sullo stato di attuazione del decreto e sulle verifiche in essere.

Inoltre la vice capo della Protezione Civile nazionale Titti Postiglione ha annunciato che si terranno a Pozzuoli il 30 e 31 Maggio 2024, le prove di evacuazione, immaginando una “situazione 3”, ossia lo scenario peggiore di emergenza per eventi sismici.

Mentre Il 22 aprile la prima esercitazione è sugli scenari 1 e 2 del bradisismo ed è riservata ai posti di comando della Protezione Civile nell’area flegrea”, aggiunge la vice capo Postiglione.
A ottobre poi ci sarà una terza esercitazione sull’evacuazione in caso di eruzione vulcanica. La terza esercitazione coinvolgerà anche parti della città di Napoli.

Ogni esercitazione servirà a testare la risposta a ognuno dei tre scenari ipotizzati.
L’esercitazione, si apprende, coinvolgerà anche le scuole, con gli studenti dell’area dei Campi Flegrei che saranno spostati in altri istituti della Campania, in particolare nel Sannio.
Cos’è il bradisismo di Pozzuoli?

L’area flegrea è soggetta a lenta deformazione del suolo nota con il nome di bradisismo, cioè movimento lento del suolo, che avviene con modalità diverse nel tempo, portando sia al sollevamento che alla subsidenza dell’area interessata.
Il bradisismo è un fenomeno tipico dell’area dei Campi Flegrei, a causa della spiccata attività vulcanica.

La preoccupazione nella città Puteolana è tanta e in molti hanno partecipato all’incontro dell’ 11 Aprile con le autorità, chiedendo chiarimenti e rassicurazioni.
Molti cittadini sono convinti che l’investimento che c’è stato sul decreto bradisismo non è sufficiente.
Inoltre c’è molta tensione, ormai non si vive più, è un continuo susseguirsi di scosse e noi non sappiamo che fare, queste le dichiarazioni della maggior parte dei presenti all’incontro.

Il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, nel suo intervento ha però spiegato che parlare di “rassicurazioni”, nel senso comune del termine, non è possibile proprio per via della natura del territorio.
“Non è questione di rassicurare le persone, ma di conoscere il rischio del territorio. Il sistema deve metterti in condizione di conoscere il rischio, valutarlo e accettarlo.
Sono state fatte scelte nel passato ed ora la densità abitativa è quella che è, il problema riguarda questo territorio come altri. Ci sono delle certezze che sono scientifiche, questo è un territorio vulcanico.
Lavoriamo per mitigare il rischio, aumentare la conoscenza”.

“Purtroppo fino a che continueremo ad osservare un sollevamento del suolo, registreremo sismicità”, ha chiarito Francesca Bianco Direttrice del Dipartimento dei vulcani dell’ INGV.

Ad oggi c’è molta preoccupazione e tensione tra la gente della città di Pozzuoli e gli eventi sismici non sembrano fermarsi.

G. M.

Seguiteci sui nostri canali social!

Afragola (20) Alleanza Verdi-Sinistra (32) ANAS (150) Anas Campania (22) Angelo Vassallo (31) Arresti (24) Arresto (419) Avellino (41) Aversa (54) Benevento (22) Brusciano (21) Caivano (35) CAMPANIA (56) Carabinieri (679) Casandrino (32) Caserta (1791) Casoria (21) Castel Volturno (25) Covid-19 (27) Dario Vassallo (32) droga (24) Eventi (24) Eventi e Cultura (165) Evento (27) Fondazione Vassallo (29) Francesco Emilio Borrelli (67) Frattamaggiore (74) gdf (116) Gennaro Saiello (39) Grumo Nevano (44) Guardia di Finanza (181) Ischia (34) Italia (1100) M5S (78) Maria Muscarà (45) Michele Cammarano (36) musica (38) Napoli (2420) Ospedale Cardarelli (30) Polizia Locale (34) Pozzuoli (24) Presentazione libro (27) Regione Campani (1513) Regione Campania (638) Roma (45) Salerno (1730) Sanità (38) sequestro (40) Vincenzo Ciampi (27) Vincenzo De Luca (49)