Tra Natale ed Epifania, IncantiAmoci a Sorrento: Musica, teatro, cultura, eventi 21,27,29,30 dicembre 2021, 2,6 gennaio 2022, ore 19,30.

Il Comune di Sorrento organizza “M’Illumino d’Inverno”, XII edizione “Musiciens” con la direzione artistica di Salvatore Piedimonte.
Sarà un mese di amore e di arte dedicato alla famiglia a Sorrento con grandi atmosfere musicali e teatrali, con una nuova rassegna artistica dal nome suadente “IncantiAmoci a Sorrento”.
Nella “Terra delle Sirene” il canto è una graziosa e delicata arte antica. L’amministrazione comunale di Sorrento, guidata magistralmente dal sindaco avvocato Massimo Coppola, in collaborazione con la società di produzione Sassi Production, e l’apporto tecnico dell’associazione Musiciens, organizza una importante rassegna culturale dedicata alla musica di qualità e di sentimento, e con la presentazione esclusiva di un atto teatrale originale.
Nei luoghi della storia e nelle chiese più importanti di Sorrento, gli ospiti della città potranno assistere a spettacoli di forte coinvolgimento emotivo.
L’obiettivo è far conoscere e promuovere l’arte e la bellezza attraverso la musica folk, popolare e internazionale, con personaggi d’autore e voci uniche del panorama nazionale. La forza del teatro coinvolgerà il pubblico all’inizio dell’anno, con un viaggio psicologico e narrativo con una coppia di attori di un futuro illuminante, Diego Sommaripa e Laura Pagliara, da “un luogo incantato” emozioneranno gli spettatori.

La prima serata è organizzata nella Chiesa dell’Addolorata situata nel centro storico di Sorrento. Si parte con artisti nostrani e un attore sorrentino.
Il giorno Martedì 21 Dicembre 2021 ore 19. con lo spettacolo “Anime Napoletane”. Protagonisti gli artisti Gianluigi Esposito e Antonio Saturno, da anni protagonisti in Tour con Michele Placido per lo spettacolo Serata d’autore, e con l’attore Nio Lauro e l’attrice Olimpia La Padula figlia del Cat – Stabiae di Italo Celoro. Gianluigi Esposito

Musicista, cantante, attore. Ha frequentato la facoltà di Lettere e filosofia, indirizzo musicale, presso l’Università degli studi di Bologna DAMS. Si sta perfezionando con il soprano Irene Tortora presso la “Golden Benten Music”. Frequenta la facoltà di musicologia del Conservatorio di Salerno. Nel 1998 ha creato l’Associazione Culturale LUNA NOVA inaugurata dal maestro Sergio Bruni ad Angri con un piccolo teatro nel cuore antico della città. Nel 2009 trasforma la suddetta associazione nel primo Centro di Cultura per il Teatro e la Canzone Napoletana della provincia di Salerno, aprendo una nuova sala per concerti e dando la possibilità al pubblico e ai tanti studenti, attori, musicisti e appassionati la possibilità di accedere al ricchissimo archivio composto dal libri di poesie, spartiti, foto, copioni, fascicoli di Piedigrotta e copielle. Dal dicembre del 2004 in qualità di Direttore Artistico, realizza AVANTEATRO rassegna di musica e teatro che si svolge ad Angri. E’ autore di due recital molto interessanti: “I De Filippo”racconto della vita dei tre grandi fratelli attraverso le lettere, i diari e le interviste, ritrovate dopo un’attenta e minuziosa ricerca. “ ‘On Salvato’…! – Rafe’, sto cca’…!” omaggio a Salvatore Di Giacomo e Raffaele Viviani Fa parte della commissione del Concorso lirico Umberto Giordano di Foggia E’ presente come musicista- cantante nella Nuova Enciclopedia della Canzone Napoletana di Pietro Gargano. A dicembre del 2014 é protagonista sulla TV Eduardo canale 653 del digitale terrestre. Ad aprile 2014 è stato scelto da Michele Placido come cantante e musicista nel suo spettacolo Serata d’Onore ed è protagonista del suo spettacolo teatrale musicale, e dal 2015 ha partecipato alla tournée di Giancarlo Giannini ed è protagonista anche nel recital Irriverenze con Giuliana De Sio. Nel 2019 partecipa allo spettacolo Lo zio del medico dei pazzi diretto da Gianfranco Gallo.
La seconda serata nella Chiesa dell’Addolorata di Sorrento.

Il giorno Lunedì 27 Dicembre 2021 alle ore 19.30,
Valentina Mattarozzi feat Daniele Scannapieco trio
sarà protagonista della scena artistica la cantante o meglio la folk-singer
Valentina Mattarozzi con il sassofonista Daniele Scannapieco & band che eseguirà brani del suo repertorio e canzoni blues del panorama internazionale.

Valentina Mattarozzi

Bolognese di nascita, è un’artista a tutto tondo. Studia danza classica per dieci anni e calca i palchi teatrali anche in veste di attrice e autrice. A 6 anni inizia a suonare il pianoforte e 14 a comporre. Parte studiando canto lirico, conservatorio Martini di Bologna e Frescobaldi di Ferrara, ma la sua innata curiosità la porta a scoprire tanti generi musicali, (dal pop al rock, dal blues alla fusion).
Ed è proprio la mescolanza di tutto questo che la rende unica. Il suo primo vero grande amore è per il jazz che rimane la sua principale fonte di ispirazione anche quando compone. Collabora con vari artisti bolognesi tra cui Annibale Modoni, Teo Ciavarella, Felice Del Gaudio, Carlo Atti e Lele Barbieri. Fragili ultima opera uscita il 27 Novembre.

Daniele Scannapieco

Nasce a Campagna, nel salernitano, nel 1970. Figlio d’arte cresce a contatto con l’ambiente jazz, prima campano e poi italiano ed europeo.
Nel 1990 completa gli studi classici e si diploma in clarinetto al Conservatorio di Salerno. Nel periodo, collabora con Pietro Condorelli, Antonio Golino, Maria Pia De Vito, i fratelli Deidda …
Nel 1991 si trasferisce a Roma, dove inizia a collaborare con: Roberto Gatto, Stefano Sabatini, Stefano Di Battista, Giovanni Tommaso, Tony Scott, Umberto Fiorentino, Enzo Pietropaoli, Stefano Bollani, Fabrizio Bosso, Dino e Franco Piana, Flavio Boltro, Dado Moroni…
Numerose le collaborazioni con artisti stranieri: Henri Salvador, Joe Lovano, Hilton Ruiz, Greg Hutchinson, Joe Locke, Ira Coleman, Dee Dee Bridgewater…

La terza serata si svolgerà in un luogo dell’anima in una Chiesa di carattere storico e religioso dove si respira un silenzio religioso.
Chiesa dell’Annunziata di Sorrento
Il giorno mercoledì 29 Dicembre alle ore 19.30.
Antonio Fresa – Piano verticale

Antonio Fresa pianista napoletano, allieterà con la sua performances di talento gli ospiti della Chiesa dell’Annunziata, luogo di culto delle processioni pasquali,

Il concerto, Piano Verticale (dal titolo dell’ultimo album di Fresa), è la scoperta di un mondo fatto non solo di note, ma soprattutto di immagini. E’ questa la forza e la peculiarità che Antonio Fresa riesce a fondere in tutte le sue composizioni.
La lunga frequentazione con il cinema e la tv, vedi le colonne sonore dei film d’animazione (Gatta Cenerentola, L’arte della felicità) i documentari (Fellini degli spiriti, Terra bruciata) oppure La scelta di Maria (docufiction sul milite ignoto su Rai 1), le soundtrack experience (Vatican Chapels, The Borges Labyrinth) sicuramente hanno contribuito a rendere la sua musica più cinematografica.

La quarta serata nella Cattedrale di Sorrento
Il giorno giovedì 30 Dicembre ore 19,30
Nino Buonocore In Jazz Live – duo con Danilo Di Paolonicola
La musica intima che tocca il cuore

Nino Buonocore, artista che ha scritto pagine importanti della musica leggera italiana dagli anni ’80 in poi, rivisita il suo repertorio in chiave jazz. Uno stile davvero unico che condensa tutto il suo bagaglio di esperienze maturate con grandi musicisti provenienti da ogni genere musicale, che porta il meglio della sua musica, riletta in chiave jazzistica grazie all’apporto di ottimi musicisti e speciali ospiti, in questo nuovo ed interessante progetto dal quale è stato tratto un bellissimo disco live, realizzato durante il concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma il 27 febbraio 2020. Il jazz in qualche modo ha sempre caratterizzato un po’ le sue composizioni fin dall’incontro con Chet Baker, icona jazzistica di fama mondiale chiamata a collaborare nella realizzazione di “Una città tra le mani”, album del 1988. Autore, produttore e arrangiatore, Nino Buonocore ha contribuito, tra le altre cose, alla realizzazione del primo album degli Avion Travel.
Rimane fondamentale per la sua ricerca, la collaborazione con musicisti dell’area Steelydaniana, quali Bernard Pretty Purdie, Anthony Jackson, Chuck Rainey ed altri come Tony Levin, Paulinho Da Costa e Gregg Bissonette. Da queste session in studio nasceranno “Sabato, domenica e lunedì” del 1990 e “La naturale incertezza del vivere” del 1992. Realizzerà in seguito “Libero passeggero” nel 2004 e “Segnali di umana presenza” nel 2013. Brani di repertorio quali “Scrivimi”, “Rosanna” (Sanremo 1987) e “Abitudini” solo per citarne alcuni, ormai divenuti classici della musica italiana, vengono riarrangiati e impreziositi dalle improvvisazioni solistiche e dalle divagazioni più libere del jazz. Questo spettacolo in duo con il talentuoso fisarmonicista Danilo di Paolonicola, si caratterizza per l’estremo minimalismo espressivo che Nino Buonocore riesce a conferire ad un repertorio ricco di suggestioni intimistiche. La sola chitarra e le tantissime sfumature della fisarmonica suonata magistralmente tendono a creare un’atmosfera unica e godibilissima…ed è un po’ come tornare al reale momento ispirativo delle stesse canzoni… Lineup: Nino Buonocore – voce e chitarra Danilo Di Paolonicola – fisarmonica.

La quinta serata nella Chiesa del Rosario di Sorrento
Il giorno 2 gennaio 2022 ore 19,30
TRULLO
di Diego Sommaripa
con Laura Pagliara e Diego Sommaripa
il cuore di Sorrento accoglie il teatro d’autore

E’ uno spettacolo al quale sono particolarmente legato, perché è figlio di un lavoro intenso di ricerca e perfezionamento, un moto perpetuo fondamentale per ogni produzione artistica. E’ una pièce in continua metamorfosi, che ad oggi si assesta in un atto unico di 55 minuti. Nasce come racconto di narrativa, passa poi in drammaturgia e diventa un monologo con il quale partecipo all’edizione 2016 de “ i corti della formica “ Diretta da Gianmarco Cesario – in quell’edizione vinco una menzione speciale per la “ Drammaturgia Originale “ – dopo il debutto tornai subito in scrittura, per limarne le imperfezioni, in quel momento aggiunsi un ruolo fondamentale -una psicoanalista -interpretata da un attrice Laura Pagliara stimata per Talento e Abnegazione non solo da me ma ..da tutto il panorama teatrale campano. Laura prova dopo prova, mi convinse ad affidarle tutti gli altri personaggi, che nella prima versione erano accennati, prende corpo cosi la versione che ci ha visto aprire il Prestigioso “ Positano Teatro Festival “ in una serata intitolata il “ Teatro che Verrà “
La Messa in scena come spesso accade per i miei lavori è essenziale, lascio spazio alla parola, all’oniricità dell’racconto, alle musiche scelte con cura, alle luci, senza cercare effetti particolari, ma emozioni, tentando senza fronzoli d’arrivare in modo più diretto ad emozionare lo spettatore.
Lo spettacolo è ambientato in un luogo incantato, figlio dell’immaginazione del protagonista Trullo, che per superare le sue paure si sottopone ad una seduta d’analisi guidata… sceglie lui l’ambientazione : il mare ( questo ai suoi occhi) , che di riflesso cercherà di demandarlo agli occhi di chi guarderà lo spettacolo. Sceglierà inoltre i suoi compagni di viaggio, gli oggetti, i ricordi, le paure … a queste ultime darà anche un nome : Macchie –
La Drammaturgia svaria tra la favola nei racconti, e influenze di sceneggiatura cinematografica nei dialoghi, ha inoltre continui flashback, in e out , tra ricordi raccontati e vissuti, e rapporti psicoanalista – personaggio / paziente – Trullo

La sesta e ultima serata nella Chiesa del Rosario di Sorrento
Il giorno 6 gennaio 2022 ore 19,30

Fiorenza Calogero in
Ex Voto #pergraziaricevuta
con Marcello Vitale, Carmine Terracciano e Nico Berardi

Fiorenza Calogero presenta un nuovo concept di musica tradizionale, dedicato ai Canti del Natale Napoletano; uno spettacolo che intreccia l’essere umano ai rituali della Fede e riveste il “voto” di un significato sublime.
La preghiera è allo stesso tempo un dono di pace, una “promessa” di riconciliazione con il mondo, un patto divino (“Ex Voto”) che si sottrae alla dimensione privata del misticismo e si eleva alla sfera del sacro.
Attraverso l’espressività del canto e dei suoni, rielaborati dal chitarrista e compositore Marcello Vitale, la voce di Fiorenza si cala in una personale interpretazione di brani antichi e moderni della tradizione: “La Leggenda del Lupino”, “Patrone Sole”, “Rosa d’Argiento e Rosa d’amore”, l’inedito “‘A Carità” che Enzo Avitabile ha scritto per Fiorenza e “Ex Voto” di Carlo D’Angiò e Eugenio Bennato da cui prende il nome del concerto.
GREEN PASS – Ingresso gratuito fino a esaurimento posti
L’artista Rosanna Ferraiuolo donerà un oggetto d’arte riciclata Ecor ai protagonisti della rassegna
Si ringraziano per la collaborazione Marika Rinaldi, Simona Fiorentino, Marianna Addolorato, Sabatino Calabrese, Giovanni Pane, Gerardo D’Alterio, Simone Esposito, Franco Capasso, Maurizio Manzi e Luigi D’Alise.

COMUNICATO STAMPA