SALERNO. Il presidente della Commissione speciale Aree Interne, Michele Cammarano: “Alta Velocità Sa-Rc, potenziamento è sfida da vincere a tutti i costi. Opportunità fondamentale per il territorio”

SALERNO. “Il potenziamento della linea Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria, approfittando dei fondi del Pnrr, è una sfida che dobbiamo vincere a tutti i costi. Grazie a questa opportunità, la provincia di Salerno può ambire a diventare uno snodo nevralgico di riferimento per i trasporti nel Mezzogiorno, congiuntamente al completamento dell’aeroporto di Pontecagnano “Salerno-Costa d’Amalfi”. Prendiamo atto della decisione di realizzare di un terminal a Padula-Buonabitacolo, nel Vallo di Diano, ma non va assolutamente trascurata la tratta già esistente nel Cilento”. Così il presidente della Commissione speciale Aree Interne e consigliere regionale M5S Michele Cammarano, nel giorno della presentazione del progetto di realizzazione dell’Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria.
“Migliorare e potenziare i trasporti, attraverso una progettualità integrata tra nuove infrastrutture strategiche e la riqualificazione o la riattivazione di quelle preesistenti, non significa solo programmare il futuro, ma anche colmare un gap importante in territori da anni alle prese con atavici disservizi. È in questa direzione – conclude Cammarano – che continueremo a batterci per la riattivazione della linea ferroviaria Sicignano-Lagonegro che, con il potenziamento dell’Alta Velocità e un secondo scalo aeroportuale sul territorio, perfezionerebbe una rete di trasporti che darebbe un nuovo volto ai territori delle aree interne”. COMUNICATO STAMPA